Lightbox Effect

La Quinoa.

13:59 lunedì 21 maggio 2012

La quinoa è una pianta erbacea annuale, che presenta fusti fibrosi alti fino a 2 metri e sviluppa grosse spighe costituite da numerosissimi semi piccoli e rotondi che costituiscono la parte utilizzata come ingrediente di numerosi prodotti (...). Viene considerato un cereale ma non lo è realmente: appartiene alla famiglia dei Chenopodiaceae, la stessa a cui appartengono bietola e spinacio. La varietà coltivata è scientificamente chiamata Chenopodium quinoa. Cresce spontaneamente ma viene anche coltivata da migliaia d'anni nella regione delle Ande. Fu un piatto base nella dieta Inca ed era conosciuto come “grano madre”.
La pianta della quinoa è interamente utilizzata nell’alimentazione: le foglie vengono consumate come gli spinaci e di questi hanno le proprietà e ne ricordano il sapore. Quello che rimane della pianta, ossia il fusto, è usato come foraggio per il bestiame. Una grande capacità di adattamento ha permesso alla pianta di acclimatarsi nei diversi terreni e nelle diverse temperature lungo tutta la Cordigliera andina, innalzando fitti grappoli di grani minuscoli, con sfumature di colori vivi, dal giallo dorato al porpora. Con i semi di quinoa vengono prodotte anche la farina e la pasta.



La lavorazione della quinoa

Ai fini della trasformazione viene utilizzato prevalentemente il seme. Si raccolgono le spighe ad aprile, si essiccano al sole ed i semi vengono separati con la battitura. A questa fase seguono altri tre processi di lavorazione: la vagliatura, per separare il seme dalla pula; il lavaggio, per ridurre il contenuto di saponina - sostanza chimica presente nel seme - che conferirebbe sapore amaro; e infine l'asciugatura e l' imballaggio.

L'importante ruolo nutrizionale e benefico sulla salute

- Alto valore nutritivo: Il valore nutritivo è comparabile a quello del latte, addirittura superato in termini di contenuto
- Soluzione per i celiaci: È privo di glutine e quindi è utilizzabile da chi fosse affetto dal morbo celiaco.
- Elevato valore proteico: La quinoa è ricca di proteine con aminoacidi essenziali (non sintetizzabili cioè dall’organismo e quindi da assumere necessariamente con la dieta) quali la lisina, meglio bilanciati rispetto ai  cereali classici come frumento, orzo e riso.
- Elevato contenuto di vitamine e minerali: Rispetto ai comuni cereali la quinoa fornisce anche un maggior apporto di calcio, fosforo e vitamine del gruppo B necessarie alle migliaia di reazioni biochimiche in ogni cellula e la produzione di energia cellulare : essendo vitamine idrosolubili risultano facilmente metabolizzate dall’organismo. Significativa anche la presenza di vit. E, la più importante vitamina antiossidante liposolubile. Protegge particolarmente le membrane delle cellule nel sistema cardiovascolare , contro gli attacchi dei radicali liberi ed il conseguente danno ossidativo. La vitamina E è ricca di lipoproteine a bassa densità (LDL) e di altre particelle per il trasporto del colesterolo e grassi. Un effetto dimostrato della vitamina E è quello di limitare il potere di aggregazione delle piastrine in circolazione nel sangue, rendendolo quindi più fluido e riducendo il rischio di coaguli.

L’assunzione combinata di lisina e vitamina C, presenti entrambi nella quinoa, è di particolare importanza per la stabilità del tessuto organico. Per l’ottimale resistenza delle molecole di collagene (presenti nei muscoli, tessuto connettivo), i suoi costituenti lisina e prolina devono essere biochimicamente modificati in idrossi-lisina e idrossi-prolina e la vitamina C è il più attivo catalizzatore per realizzare questa reazione di idrossilazione, provvedendo perciò alla resistenza ottimale del tessuto connettivo.

I carboidrati: Offre carboidrati e oli più digeribili rispetto ai cereali di largo consumo grazie all'alta concentrazione di un importante enzima, l'alfa-amilasi, nei semi di quinoa, migliorando anche nel contempo la lavorabilità delle farine prodotte dalla quinoa. Tra i carboidrati va ricordato l’importante ruolo della fibra alimentare, che conferisce alla quinoa la sensazione della sazietà per chi la consuma e la modulazione nell'assorbimento dei grassi.

Gli acidi grassi insaturi: comparabili a quelli della soia, prevengono malattie cardio-vascolari.

La leggerezza: La quinoa è caratterizzata da una leggerezza tipica dei semi e non dei cereali, proprietà benefica per la funzionalità cardiaca e per sciogliere gli accumuli di grasso.

(Fonte: http://www.letribu.it/documenti/Quinoa.pdf)

Opinioni: 

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...