Lightbox Effect

"Per prodotto solare si intende qualsiasi preparato (quale crema, olio, gel, spray) destinato ad essere posto in contatto con la pelle umana, al fine esclusivo o principale di proteggerla dai raggi UV assorbendoli, disperdendoli o mediante rifrazione.
La miglior scelta del prodotto solare per ogni individuo, in commercio, è ampia: creme, lozioni, latti, oli, gel, spray, che possono essere utilizzati per il viso e per il corpo, per adulti o bambini.
L'efficacia e la sicurezza dei cosmetici di protezione solare non si basa solo sul tipo e la quantità delle molecole-filtro (chimiche o fisiche) contenute, ma sull'intera preparazione cosmetica, infatti in base al tipo di prodotto si può ottenere una maggiore protezione, a parità di filtri presenti, sia dai raggi UVB eritematogeni che UVA "fotoinvecchianti".
Sarebbe buona norma, prima di esporsi al sole, stabilire (...) il proprio fototipo per scegliere, (...) il fattore di protezione solare più indicato e preferire in generale i prodotti contenenti sia sostanze UVB che UVA.
Esaminando le forme cosmetiche in commercio è possibile inoltre considerare ulteriori parametri di scelta, fermo restando che in tutte le tipologie di prodotto definibile "solare" devono essere presenti le adeguate molecole schermanti/filtranti.




I filtri solari

I filtri solari, regolamentati nell’allegato V della legge 713/1986 e successive modifiche, che ne definisce il tipo e la massima concentrazione utilizzabile, sono formalmente suddivisi in base alla natura e al meccanismo di azione in: 

  • Schermi fisici
  • Filtri chimici
Gli SCHERMI FISICI sono particelle di metalli pesanti che oppongono un vero e proprio schermo totale alle radiazioni UV, attraverso processi di riflessione e di diffusione delle radiazioni nocive, grazie alla loro opacità (ossidi di zinco, ferro, titanio, silicio, alluminio, talco).
L'ossido di zinco e il biossido di titanio sono i due schermanti fisici più utilizzati ed entrambi si presentano come polveri bianche inodore.
Il biossido di titanio e l'ossido di zinco utilizzati nei prodotti solari sono spesso rivestiti con altri materiali, come il silicone, acidi grassi ed altri, per favorirne la dispersione all'interno del preparato.
I FILTRI CHIMICI sono invece molecole in grado di assorbire in modo selettivo le radiazioni ultraviolette. I filtri chimici assorbono energia che verrà poi rilasciata sotto forma di calore o fluorescenza.
Comprendono antranilati, benzofenoni, derivati della canfora, cinnamati, derivati del dibenzoilmetano e salicilati.
La richiesta di prodotti con fattore di protezione sempre più elevato ha portato ad un aumento delle concentrazioni dei filtri chimici contenuti nei prodotti di protezione solare.
Nelle formulazioni più recenti viene sempre più impiegata l'associazione tra filtri chimici e fisici che garantisce uno spettro di fotoprotezione sempre più ampio nella banda UVA e UVB, permettendo peraltro in questo modo di ridurre i rischi derivanti dall'uso di alte concentrazioni di filtri chimici che possono dar luogo a fenomeni di fotosensibilizzazione.
Inoltre, particolari combinazioni di filtri chimici vengono utilizzate per ottenere effetti diversi, quali la resistenza all'acqua o al sudore ("sostantività") e per variare la durata dell’effetto fotoprotettivo ("stabilità").
Va sottolineato il ruolo di altri importanti fattori che influenzano la protezione solare, indipendentemente dal prodotto di protezione utilizzato, come ovviamente le condizioni ambientali (latitudine, altezza sul livello del mare), la durata della fotoesposizione, le caratteristiche individuali della cute (fototipo).
Un prodotto solare ideale deve assorbire le radiazioni nell'intervallo UVA e UVB, deve essere innocuo, ben tollerato, possibilmente resistente all'acqua e al sudore, deve essere facile da applicare e da spalmare, deve essere fotostabile e termostabile, deve essere organoletticamente gradevole (odore, colore, consistenza..) e deve essere formulato con profumi testati e minime concentrazioni di conservanti.
Al prodotto solare, al termine dell'esposizione, deve seguire, (...) l'applicazione di prodotti in grado di ripristinare tutte le condizioni cutanee alterate dal sole, come l'idratazione, la protezione, il nutrimento, oltre che il trattamento dell'eritema (sostanze decongestionanti e lenitive)."

(Fonte: www.aideco.org/

Opinioni: 

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...